La Grande Dame 1998

Veuve Clicquot Grande Dame 1998: il prestigio di una vecchia Maison

Ritratto aristocratico di una bollicina

Credo sia ormai ben nota la mia propensione alle bollicine (italiane e francesi), ma quando si stappa una bottiglia di Champagne, chissà perché, si avverte sempre quel quid in più. Chapeau!

Lo Champagne che vado ad assaggiare non è uno Champagne qualsiasi, ma è l’etichetta più prestigiosa di una Maison che non ha bisogno di presentazioni: la “Veuve Clicquot Ponsardin”. L’annata 1998 de “La Grande Dame” si presenta di un bel giallo oro, molto intenso, ma luminoso tanto da evidenziare il continuo rincorrersi delle bollicine nel calice. Se il perlage è fine e fittissimo, al naso non manca di trasmettere tutta una serie di profumi netti e precisi; infatti la frutta non va a nascondere la mineralità e la nota mandorlata. In bocca la Grande Dame è nobile, decisa e cremosa allo stesso tempo, con una lievissima sfumatura burrosa che ben bilancia una certa acidità ancora marcata.

E’ un vino da lungo invecchiamento: dà il meglio di sé dopo anni, il tempo che l’aristocraticità del Pinot Noir ben si amalgami con la finezza e la freschezza dello Chardonnay. La sottile profondità alla lunga regalerà un vino longevo e di grande valore… Una bollicina da meditazione!

Scheda del vino: Veuve Clicquot Grande Dame 1998


CONDIVIDI SU:

Articoli correlati

  • Dopo un bel viaggio alla scoperta delle meraviglie enologiche di Francia, due carissimi amici non potevano fare altro che rientrare muniti di un bagaglio un po' più pesante rispetto a quello dell'andata. Tra le numerose bottiglie acquistate, infatti, non mancano le aristocratiche bollicine dei nostri cari cugini, tra cui spicca questo Blanc…
  • Siano benedette le cene in cui non manca lo Champagne! Già, perché senza una gustosa bollicina non sarebbe la stessa cosa. In questa bella serata, in verità le bottiglie stappate sono 2 (o 3?). La prima porta la firma di Drappier ed è un Blanc de Blancs del quale però non vi…
  • La liqueur d'expédition è il prodotto ad alta concentrazione zuccherina aggiunto allo spumante Metodo classico al momento della sboccatura per conferirgli un gusto particolare; è a base di saccarosio, mosto o distillato. Dopo aver eliminato il sedimento in modo da rendere il vino limpido si aggiunge la cosiddetta "liqueur d'expédition" o…