Roero - Matteo Correggia - 2011 cover

Roero 2011 Matteo Correggia: decisa bevibilità.

Patrimonio Unesco

Il Roero è quella sezione di territorio situata a Nord di Alba, sulla riva sinistra del fiume Tanaro, tra la pianura di Carmagnola e le basse colline dell’Astigiano. Insieme alle Langhe e al Monferrato ha da poco tempo ottenuto il riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

L’azienda del compianto Matteo Correggia è gestita egregiamente dalla moglie e dai figli, i quali con singolare abnegazione hanno raccolto l’eredità di una realtà già ben consolidata. Siamo a Canale d’Alba e qui tra dolci colline e antichi borghi vengono allevate le uve per la produzione degli splendidi vini firmati Correggia.

Questo bell’esempio di Roero rivela tutte le particolari caratteristiche dell’uva Nebbiolo, E’ un vino fresco e fragrante, con una particolare e piacevole trama tannica. Rosso granato brillante, al naso si apre con un trionfo di frutti rossi e piacevoli toni floreali; non mancano i profumi di muschio e terra e una leggerissima nota fungina. In bocca è fresco, di facile beva, ma sostenuta da buona struttura. Perfetta la corrispondenza naso/bocca. Il finale è pulito, di buona persistenza.

Un vino perfetto da condividere con gli amici in una serata di festa!

Scheda del vino: Roero Matteo Correggia 2011


CONDIVIDI SU:

Articoli correlati

  • La ricetta di oggi vuole suggerirvi un'alternativa al classico coniglio abbinato al vino rosso. Qui l'impiego del vino Arneis è davvero curioso. CONIGLIO ALL'ARNEIS INGREDIENTI 1 coniglio 1 gambo di sedano 1 cipolla 1 carota 1 spicchio di aglio 1 bottiglia di Arneis sale e pepe farina brodo olio extra…
  • Il Terroir non è altro che il complesso insieme di fattori biologici (il vitigno), geografici, climatici, geologici che caratterizza il vino che vi si produce. Quindi il terroir , che può racchiudere tutti i fattori di spazio, luogo, clima, microclima, è il concetto di luogo e di spazio più potente…
  • L'isola di Sant'Erasmo appartiene al comune di Venezia, ma non somiglia per niente alla città visitata da milioni di turisti ogni anno. Michel Thoulouze, quando scopre i giardini abbandonati in riva al mare, raccoglie informazioni da alcuni amici viticoltori. Venezia è un' ottima idea di marketing, il vino però deve…