dizionario vite R

“R” come “Rotondo”

Il dizionario della vite

Quando un vino è rotondo? Il termine di degustazione “rotondo” indica la struttura di un vino in bocca. Un vino che merita questo aggettivo è liscio e gentile sulla lingua con una piccola o addirittura nessuna punta acida. Un vino acquista rotondità quando tutti i suoi componenti (alcol, acidità, tannino, dolcezza) sono in equilibrio e in armonia senza nessuna caratteristica dominante.

Ovviamente non significa che un vino con queste caratteristiche sia eccezionale, ma indica che è privo di difetti.

CONDIVIDI SU:

Articoli correlati

  • I polifenoli sono tra i più importanti responsabili del gusto, della struttura e del colore del vino. Le sostanze di natura fenolica più importanti sono i flavonoli responsabili del colore dei vini bianchi, le catechine e i leucoantociani responsabili dell'instabilità del colore dei vini bianchi e gli antociani per il…
  • L'anidride carbonica si produce naturalmente nel vino come effetto dei diversi processi di fermentazione. La CO2 si manifesta apertamente nei vini spumanti e in quelli frizzanti, però è presente in minime dosi anche nelle tipologie cosiddette "ferme", dove serve per equilibrare i vini mantenendo più vivi e più freschi i…
  • La morbidezza e dunque la rotondità di un vino sono dovute alla presenza di polialcoli che si formano durante la fermentazione alcolica. Tra i polialcoli ricordiamo il glicerolo. Il glicerolo è particolarmente interessante perché nel vino si riscontra con dei valori che variano tra 5-18 g/l ed inoltre viene prodotto in…