viticoltura delle Azzorre

Le vigne recintate delle Azzorre: suolo vulcanico

Patrimonio dell'Unesco.

L’arcipelago portoghese delle Azzorre, distante circa 1500 chilometri dall’Europa, ha saputo valorizzare il suo territorio poco coltivabile (perché vulcanico e montuoso) piantando vigne. Per proteggerle dal vento, gli isolani hanno scavato buche nelle colate di lava e costruito grandi distese di muretti di basalto, che racchiudono “currais”, minuscole parcelle di forma più o meno regolare, con una decina di viti l’una, disegnando così un paesaggio straordinario tutelato dall’Unesco.

I viticoltori ricevono sovvenzioni per affrontare il costo notevole della manodopera. La pietra nera immagazzina il calore del sole per restituirlo di notte, creando così un microclima particolarmente favorevole.

In questo territorio molto singolare l’uva cresce, matura e si secca sulla pianta. Per ottenere vino di uva passa, non c’è bisogno di appendere i grappoli con i fili o di ricorre a procedimenti di essiccazione. Prima che l’uva si secchi completamente, i viticoltori la raccolgono e la pressano, ottenendo un succo molto dolce che diventa vino liquoroso. Questi vini esportati erano la grande ricchezza dell’isola.

Intorno al 1850 l’oidio, malattia di provenienza americana provocata da un fungo microscopico, attaccò le Azzorre; le vigne così deperirono provocando un disastro economico e spingendo gli isolani ad emigrare. Contro queste malattie ci sono soluzioni chimiche e biologiche: l’aspersione di zolfo, un metodo inventato nel Languedoc da Marès, oppure la scelta di viti americane resistenti all’oidio.

Oggi l’isola di Terceira produce un vino liquoroso chiamato Biscoitos, il cui nome deriva da fori scavati nella lava, per piantare la vite, che ricordano i biscotti. I ceppi locali si chiamano verdenho delle Azzorre e terrantez.

CONDIVIDI SU:

Articoli correlati

  • Una fresca insalata di orzo, arricchita con verdure e gamberetti è la ricetta che vi proponiamo oggi per un picnic domenicale all'aria aperta. INSALATA DI ORZO, VERDURE E GAMBERETTI Ingredienti 200 grammi di orzo 1 mazzetto di odori misti 1 melanzana 1 zucchina 1 peperone rosso 5/6 foglie di basilico…
  • La ricetta che oggi vi proponiamo è un gustosissimo secondo piatto: la faraona arricchita con ricotta ed odori. PETTO DI FARAONA CON RICOTTA ED ERBA CIPOLLINA   Ingredienti   4 petti di faraona 80 grammi di ricotta 1 cucchiaino di erba cipollina 1 cucchiaio di panna liquida 1 albume 100…
  • Un buon piatto di tagliatelle non si rifiuta mai... Se poi sono anche gustose e leggere allo stesso tempo, ancora meglio! TAGLIATELLE AL LIMONE E VINO BIANCO   Ingredienti 300 grammi di tagliatelle 30 grammi di burro 1 limone basilico panna da cucina 2 zucchine vino bianco sale   Mondate…